Cocquio Trevisago-Corso di auto-orientamento delle attitudini fondamentali per studenti delle scuole medie superiori e laureandi – giovedì 15 giugno 2017 ore 17.00

Cari Ragazze e Ragazzi,

come sapete il Comune di Cocquio Trevisago è molto attento anche ai Giovani.

Voi, con i vostri sogni e desideri, con il vostro futuro in mano.

Il mercato del lavoro a cui approderete, qualche volta vi pone ad affrontare dei “vincoli” dettati appunto dalle richieste del momento e dalle vostre aspettative.

Conoscere quali sono le nostre attitudini, le nostre preferenze quasi innate, ci può aiutare a orientarci meglio. Riconoscere più facilmente aspetti di sé, per verificare la coerenza tra le proprie modalità di pensiero e relazione e quelle richieste dalle differenti realtà, ci fornisce degli strumenti efficaci.

Prima dell’incontro i Partecipanti riceveranno un questionario che calcola in modo automatico il punteggio relativo al profilo attitudinale secondo una “metafora neuro scientifica”. La metafora viene rappresentata secondo quattro quadranti.

Le domande sono semplici ma non… semplicistiche. I risultati verranno condivisi in plenaria.

E’ previsto un lavoro di gruppo che sarà un role play. I ragazzi simuleranno di svolgere un compito, ciascuno secondo le attitudini prevalenti.

Cosa rimane al giovane?

UN MODELLO DI AUTO-ORIENTAMENTO PER COMINCIARE A CONOSCERSI MEGLIO….Una riflessione attenta sui propri modi di agire, di rapportarsi con il contesto e con gli altri. Questo li può aiutare a identificare la modalità più efficace da mettere in atto con ciascun interlocutore, in diverse situazioni.

Coloro che sono interessati a dare vita all’evento, è richiesto di contattare il Consigliere Delegato alle Politiche Giovanili tramite il seguente indirizzo email:

laura.bressan@comune.cocquio-trevisago.va.it

per poter ricevere il questionario stesso.

I Partecipanti devono stampare una copia per loro uso con i vari totali ottenuti, per conoscere l’ordine attuale delle loro modalità di pensiero. Devono ricordarsi di portarla con sé il giorno dell’incontro.

Una considerazione finale che ci sembra doverosa. Può apparire quasi “riduttivo” riferire le ragazze e i ragazzi a “quadranti attitudinali” tanto sono ricchi e imprevedibili, magici, capaci di voli inaspettati.

Per noi è un cosa rara e preziosa poterli osservare, in silenzio, e “offrire loro le nostre orecchie perchè le loro bocche parlino”.

Laura Bressan

Consigliere Comunale, Delegata “Ecologia, Ambiente e Politiche giovanili”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *